COVID 19 – Piano aziendale di prevenzione

Il COVID-19 è un virus isolato a dicembre 2019 che fa parte della famiglia dei “coronavirus”, virus respiratori che possono causare malattie di diversa entità. Nel caso specifico la malattia ad esso correlata è chiamata «SARS-CoV-2».

Il virus propaga da uomo a uomo replicandosi nelle cellule dell’organismo ospite, la diffusione e quindi il contagio avviene principalmente attraverso contatto fra droplet infetto (aerosol e goccioline del respiro) e mucose orali/nasali/congiuntivali, in particolare:

  • Tramite la saliva che si disperde nell’aria tossendo o starnutendo;
  • Toccando superfici su cui si è depositato il droplet e poi portandosi le mani al naso o alla bocca.

Negli ultimi mesi il legislatore è intervenuto con numerosi atti normativi per gestire l’emergenza e definire misure di prevenzione e contenimento e definendo il COVID-19 come un rischio biologico generico a cui è esposta tutta la popolazione e non un rischio professionale specifico (a parte alcuni comparti, es. quello sanitario).

Il quadro di insieme della normativa in materia di salute e sicurezza sul lavoro NON è stato modificato, permangono le disposizioni del D.Lgs. 81/08 e i principi più generali di tutela e di cautela. Alle aziende non viene richiesto di aggiornare il documento di valutazione dei rischi aziendale ma di adottare azioni di contenimento per contrastare il contagio, applicando le misure di prevenzione e comportamentali definite dalle Autorità Competenti in ragione della valutazione evolutiva dell’emergenza:

  • sia attuato il massimo utilizzo di modalità di lavoro agile per le attività che possono essere svolte al proprio domicilio o in modalità a distanza;
  • siano assunti protocolli di sicurezza anti-contagio e, laddove non fosse possibile rispettare la distanza interpersonale di un metro come principale misura di contenimento, con adozione di strumenti di protezione individuale;
  • siano incentivate le operazioni di sanificazione dei luoghi di lavoro.
  • la mancata attuazione dei protocolli che non assicuri adeguati livelli di protezione determina la sospensione dell’attività fino al ripristino delle condizioni di sicurezza

Ogni attività professionale deve quindi adottare uno specifico “Protocollo anti-contagio aziendale”, così come previsto dalla normativa, nel rispetto delle indicazioni contenute nel “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro“ sottoscritto da ministero e Parti sociali il 24 aprile 2020. Il documento fornisce indicazioni operative finalizzate a incrementare l’efficacia delle misure per contenere e contrastare l’epidemia di COVID-19 negli ambienti di lavoro non sanitari, ovvero attuare in azienda le misure di precauzione e le prescrizioni che il legislatore e le autorità sanitaria hanno adottato per tutta la popolazione, che dovranno essere integrate con altre equivalenti o più incisive secondo le peculiarità della propria organizzazione. Dovrà inoltre essere costituito in azienda un Comitato per l’applicazione e la verifica delle regole del protocollo di regolamentazione, con la partecipazione delle rappresentanze sindacali aziendali e del RLS.

Quadra supporta i propri clienti nella definizione del Protocollo anti-contagio aziendale definendo:

  • modalità di ingresso e uscita per lavoratori e fornitori esterni
  • materiale informativo e formazione ai lavoratori
  • esigenze e modalità di pulizia e sanificazione in azienda
  • tipo e modalità di utilizzo dei dispositivi di protezione individuale
  • modalità di gestione spazi comuni, spostamenti interni, riunioni, eventi interni e formazione
  • necessità di modifiche all’Organizzazione aziendale (turnazione, trasferte e smart work, rimodulazione dei livelli produttivi)
  • modalità di gestione della sorveglianza sanitaria e di una persona sintomatica in azienda (in collaborazione col medico competente)
  • moduli e registrazioni necessari per dare evidenza e tracciabilità delle azioni messe in campo.

Hai un dubbio, un problema o una domanda?

Parlane con noi e ci impegneremo per darti una risposta utile e puntuale. CONTATTACI ORA

Torna su