Acustica

Rumore insopportabile

Quadra srl fornisce un servizio completo di misura del rumore per le figure operanti nel campo dell’edilizia, siano esse imprese, professionisti o privati, spaziando dall’assistenza durante la progettazione, alle fasi di cantiere, per giungere infine al collaudo acustico delle opere. In particolare i servizi offerti sono:

Di seguito qualche dettaglio dei servizi offerti:

Le attività di valutazione del clima acustico dell’area sono svolte mediante analisi dei dati disponibili e rilievi fonometrici in campo e previsione del clima acustico, tenendo conto sia delle eventuali sorgenti di rumore fisse che di quelle mobili (autoveicoli); se necessario, la previsione viene effettuata mediante software previsionale in grado di calcolare i valori di pressione acustica previsti in ogni punto dell’area in oggetto.

Possono essere effettuate indagini fonometriche nei luoghi di intrattenimento danzante e di pubblico spettacolo e nei pubblici esercizi (D.P.C.M. 16/4/1999).

La strumentazione utilizzata per le misure è costituita da un fonometro/analizzatore di spettro in tempo reale, dotato di microfoni a campo libero e ad incidenza casuale, rispettivamente per le misurazioni di rumore ambientale e residuo; lo strumento ed il relativo calibratore sono tarati da centro SIT.

La stima dei requisiti acustici passivi viene eseguita utilizzando le metodologie di calcolo indicate nelle norme:

    • EN 12354-1 per la stima dell’indice del potere fonoisolante apparente di partizioni fra ambienti R’W
    • EN 12354-2 per la stima dell’indice del livello di rumore di calpestio di solai normalizzato L’nT,W
    • EN 12345-3 per la stima dell’indice dell’isolamento acustico standardizzato di facciata D2m,nT,W

Per ogni zona interessata e significativa dell’edificio vengono effettuate misure delle seguenti grandezze:

    • potere fonoisolante delle separazioni tra ambienti;
    • isolamento acustico di facciata;
    • rumore di calpestio dei solai;
    • rumore prodotto dagli impianti tecnologici a funzionamento continuo;
    • rumore prodotto dagli impianti tecnologici a funzionamento discontinuo.

La strumentazione utilizzata per le misure è costituita da un fonometro/analizzatore di spettro in tempo reale, dotato di microfoni a campo libero e ad incidenza casuale, rispettivamente per le misurazioni di rumore ambientale e residuo; lo strumento ed il relativo calibratore sono tarati da centro SIT.

Il collaudo sarà effettuato utilizzando una sorgente omnidirezionale dodecaedrica con amplificatore e generatore di segnale e una macchina generatrice del calpestio.

Il piano di zonizzazione è redatto in ottemperanza alle indicazioni “Deliberazione della giunta regionale del 12/7/2002, n. 9776 “Criteri tecnici per la predisposizione della classificazione acustica del territorio comunale” e del DPR 142 del 30/3/2004 “Disposizioni per il contenimento e la prevenzione dell’inquinamento acustico derivante da traffico veicolare a norma dell’articolo 11 della Legge 26710/95 n.147” in vigore dal 16 giugno 2004.

Le attività previste sono costituite da:

    • analisi generale del territorio oggetto d’indagine e delle zonizzazioni acustiche dei comuni confinanti;
    • sopralluoghi ed analisi delle criticità in materia di rumore sul territorio con particolare attenzione alle aree con recettori sensibili;
    • studio e definizione di criteri per contemperare la definizione delle diverse aree;
    • valutazione del clima sonoro dovuto alla presenza delle infrastrutture viarie sul territorio, ovvero attività industriali, artigianali, commerciali e dei luoghi a più alta densità abitativa;
    • rilevazioni fonometriche per la raccolta dei dati preliminari del clima acustico del territorio comunale;
    • individuazione e circoscrizione degli ambiti urbani da attribuire alle corrispettive classi di appartenenza;
    • elaborazione di una prima ipotesi di zonizzazione e verifica strumentale delle situazioni in prossimità delle linee di confine tra zone e della congruenza con quelle dei comuni limitrofi;
    • stima approssimativa dei superamenti dei livelli ammessi e valutazione della possibilità di ridurli;
    • dettaglio e verifica delle ipotesi riguardanti le classi intermedie;
    • predisposizione delle norme tecniche applicative di attuazione del piano.

La strumentazione utilizzata per le misure è costituita da un fonometro/analizzatore di spettro in tempo reale, dotato di microfoni a campo libero e ad incidenza casuale, rispettivamente per le misurazioni di rumore ambientale e residuo; lo strumento ed il relativo calibratore sono tarati da centro SIT. La velocità e la direzione del vento vengono rilevate durante le misure mediante taco-goniometro, come richiesto dal D.M. 16/3/1998.

La valutazione del rumore da traffico viene effettuata mediante analisi statistica sui livelli percentili — in particolare mediante gli indici L90, L10 ed L1.

 

 

  • MISURE DEL RUMORE EMESSO DALLE MACCHINE SECONDO QUANTO PRESCRITTO DALLA DIRETTIVA MACCHINE (DIRETTIVA 2006/42/CE)
  • MISURE DEL RUMORE EMESSO DALLE MACCHINE ED ATTREZZATURE DESTINATE A FUNZIONARE ALL’APERTO (DIRETTIVA 2000/14/CE)
  • PROGETTAZIONE DI INTERVENTI DI BONIFICA ACUSTICA, SIA IN AMBIENTI CHIUSI CHE ALL'APERTO

 

Ove previsto dalla normativa le attività sono svolte da Tecnico Competente nel Campo dell’Acustica Ambientale, iscritto nell’elenco nazionale.

Hai un dubbio, un problema o una domanda?

Parlane con noi e ci impegneremo per darti una risposta utile e puntuale.

Torna su