In data 2 dicembre 2019 sul B.U.R.L. n° 49, è stata pubblicata la D.G.R. n°2481 del 18/11/2019 “Disposizioni per la semplificazione degli adempimenti per la comunicazione dei dati relativi ai controlli delle emissioni e degli scarichi per le attività non soggette ad Autorizzazione Integrata Ambientale – Utilizzo Applicativo “AUA POINT” e avvio fase sperimentale”.

L’applicativo, sviluppato da ARPA Lombardia, sarà basato sui medesimi principali del già rodato “Applicativo AIDA”, utilizzato da anni dalle Aziende soggette ad Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) per comunicare i dati relativi al monitoraggio dei propri dati ambientali (emissioni in atmosfera, scarichi idrici, consumi energetici ecc) ma, diversamente da questo, interesserà solo le Aziende/stabilimenti in possesso delle seguenti autorizzazioni:

  • AUA (Autorizzazione Unica Ambientale) per scarichi industriali e/o emissioni in atmosfera,
  • Autorizzazioni settoriali ex artt. 269 o 124 del D.Lgs. 152/2006 (emissioni in atmosfera e agli scarichi precedenti l’istituzione dell’AUA);
  • Autorizzazione ex art. 272 comma 2 D.Lgs. 152/06 (autorizzazioni alle emissioni in via generale per le attività in deroga);
  • Autorizzazione ex art.12 D.Lgs. 387/03 (impianti alimentati da fonti energetiche rinnovabili);
  • Autorizzazione ex art. 208 D.Lgs. 152/06 (autorizzazione stoccaggio/trattamento rifiuti);
  • Autorizzazione ex art 8 D.Lgs. 115/08 (autorizzazione unica da fonti energetiche convenzionali);

Sono invece escluse dal campo di applicazione:

  • Aziende in possesso di AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale);
  • Le attività classificate ad inquinamento scarsamente rilevante ai fini dell’inquinamento atmosferico (attività di cui all’art.272 comma 1 del D.Lgs.152/06);
  • Le attività in deroga non soggette a monitoraggio delle emissioni in quanto sottosoglia in riferimento ai consumi di materia prima;
  • Gli impianti a ciclo chiuso per la pulizia a secco di tessuti e pellami (escluse le pellicce) e delle lavanderie a ciclo chiuso;
  • Attività che non generano acque reflue industriali (stabilimenti con scarichi di acque reflue esclusivamente di tipo domestico o assimilato).

Struttura dell’applicativo

L’applicativo è strutturato in tre sezioni (Scarichi idrici, Emissioni in atmosfera e Piano di Gestione Solventi), che devono essere compilati solo nel caso in cui l’autorizzazione ne preveda il monitoraggio periodico.

Con riferimento agli scarichi di acque reflue, non è previsto l’inserimento di dati per gli scarichi di acque meteoriche, acque derivanti da pompe di calore, acque derivanti da pozzi di sbarramento in aree oggetto di bonifica, acque domestiche o assimilate.

Per quanto riguarda le emissioni in atmosfera, in caso di nuova installazione, dovranno essere riportati anche i valori delle analisi di messa a regime (le prime analisi effettuate con impianto a regime). specificando nel campo note “analisi di messa a regime”. Permane l’obbligo della Comunicazione di messa in esercizio.

Modalità di accesso, scadenze e tempistiche

I dati relativi agli autocontrolli dovranno essere inseriti nel rispetto delle scadenze previste nelle autorizzazioni e comunque non oltre il 1° marzo dell’anno successivo a quello del periodo di riferimento; a decorrere da tale data i dati inseriti verranno convalidati automaticamente e non saranno più modificabili da parte dell’utente.

Il portale AUA POINT verrà avviato in fase sperimentale dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2020.  In questa fase le aziende potranno comunque procedere con l’inserimento dei dati disponibili.

L’inserimento dei dati di autocontrollo nell’applicativo sostituisce, laddove prevista nell’autorizzazione, la trasmissione dei dati all’autorità competente, comune e ARPA.

L’accesso all’applicativo avviene direttamente dal sito internet ARPA Lombardia https://www.arpalombardia.it/auapoint/

Hai un dubbio, un problema o una domanda?

Parlane con noi e ci impegneremo per darti una risposta utile e puntuale.

Condividi ora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su