Il D.P.C.M. del 24 dicembre 2018, pubblicato in GU SO n°45 del 22.02.2019, ha approvato il modello unico di dichiarazione ambientale (MUD) per l’anno 2019, da presentare in via telematica entro il 22 giugno 2019 e non più entro il 30 aprile, analogamente agli anni scorsi, in virtù di quanto dispone l’art. 6, c. 2 bis, della Legge 70/94, la quale definisce il termine a decorrere da 120 gg dalla data di pubblicazione in G.U. del Decreto di approvazione del Modello.

Sono state introdotte solo alcune limitate modifiche alle informazioni da trasmettere che riguardano le dichiarazioni presentate dai soggetti che svolgono attività di recupero e trattamento dei rifiuti e i Comuni mentre non vi sono modifiche per quanto riguarda i produttori.

Rimangono pertanto immutati rispetto allo scorso anno:

  • Struttura del modello (Articolato in 6 Comunicazioni)
  • Soggetti obbligati alla presentazione (definiti dall’articolo 189 c. 3 del D.lgs. 152/2006) ovvero trasportatori, intermediari senza detenzione, recuperatori, smaltitori, produttori di rifiuti pericolosi, produttori di rifiuti non pericolosi da lavorazioni industriali, artigianali e di trattamento delle scorie con più di 10 dipendenti, Comuni.
  • Modalità per l’invio delle comunicazioni: in particolare le Comunicazioni Rifiuti, RAEE, Imballaggi, Veicoli fuori uso vanno inviate via telematica tramite il sito www.mudtelematico.it; la comunicazione rifiuti semplificata va compilata tramite il sito mudsemplificato.ecocerved.it e trasmessa via PEC all’indirizzo comunicazionemud@pec.it.
  • Diritti di segreteria: 10 € per l’invio telematico e 15 € per l’invio via PEC.

Hai un dubbio, un problema o una domanda?

Parlane con noi e ci impegneremo per darti una risposta utile e puntuale.

Condividi ora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su