È stato pubblicato sulla G.U. n°202 del 13/08/2020 il D.Lgs. n°102 del 30/07/2020 “Disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 15 novembre 2017, n. 183, di attuazione della direttiva (UE) 2015/2193 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 novembre 2015, relativa alla limitazione delle emissioni nell’atmosfera di taluni inquinanti originati da impianti di combustione medi, nonche’ per il riordino del quadro normativo degli stabilimenti che producono emissioni nell’atmosfera, ai sensi dell’articolo 17 della legge 12 agosto 2016, n. 170)”. Il nuovo testo normativo, in vigore dal 28/08/2020, ha apportato numerose modifiche alla parte V del D.Lgs.152/2006, relativo alle emissioni in atmosfera.

Tra le principali modifiche si segnalano:

  • Introduzione della definizione di emissioni odorigene (art.268 comma 1 lettera f-bis), definite come “emissioni convogliate o diffuse aventi effetti di natura odorigena”;
  • Identificazione dei valori limiti di emissione solo per sostanze e parametri valutati pertinenti in relazione al ciclo produttivo (art.269 comma 4 lettera b);
  • Indicazioni circa la sostituzione di sostanze classificate come cancerogene o tossiche per la riproduzione o mutagene e delle sostanze di tossicità e cumulabilità particolarmente elevata e la valutazione della loro sostituzione, con cadenza quinquennale, mediante invio di relazione all’autorità competente, la quale può procedere alla richiesta di una domanda di aggiornamento o di rinnovo dell’autorizzazione (art.271 comma 7-bis);
  • Applicazione delle tempistiche di adeguamento e le procedure di rilascio, rinnovo o riesame dell’autorizzazione agli impianti (medi impianti di combustione) che, prima del 19/12/2017 erano soggetti al regime di deroga previsto dall’art. 272 comma 1 e, per effetto del D.Lgs. 183/2017 sono esclusi da tale regime (Art.281 comma 10-bis);
  • Applicazione del termine di validità di 15 anni delle autorizzazioni generali (art.272 comma 3) anche per le adesioni alle autorizzazioni generali vigenti alla data di entrata in vigore del Decreto (ovvero 28/08/2020).

Hai un dubbio, un problema o una domanda?

Parlane con noi e ci impegneremo per darti una risposta utile e puntuale.

Condividi ora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su