emissioni in atmosfera

L’articolo 269 del D.Lgs.152/06 (Testo Unico Ambientale) prevede che ogni stabilimento che produce emissioni in atmosfera deve essere dotato di una specifica autorizzazione.  I singoli impianti e le singole attività presenti nello stabilimento non sono oggetto di distinte autorizzazioni ma l’autorizzazione verrà rilasciata con riferimento allo stabilimento nel suo insieme.

Il gestore che intende installare uno stabilimento nuovo o trasferire un impianto da un luogo ad un altro presenta all’autorità competente una domanda di autorizzazione “ordinaria”, comprensiva della descrizione degli impianti, delle attività e delle emissioni generate. Al termine dell’iter autorizzativo verrà rilasciata l’autorizzazione allo stabilimento, che avrà durata di 15 anni fatta salva la necessità di comunicare eventuali modifiche (che potrebbero comportare una modifica dell’autorizzazione). Nell’autorizzazione sono contenute le prescrizioni che il gestore deve rispettare nella conduzione dello stabilimento e nell’esecuzione delle attività che originano emissioni, ad esempio l’obbligo di captare e convogliare le emissioni, i limiti qualitativi e quantitativi da rispettare, la necessità di effettuare analisi periodiche, ecc.

Per specifiche categorie di stabilimenti (i cosiddetti “impianti in deroga”) sono previste apposite autorizzazioni di carattere generale che prevedono iter rapidi e semplificati e nelle quali sono stabiliti a priori le prescrizioni e i valori limite di emissione (art.272 del D.Lgs.152/06). Per poter usufruire delle semplificazioni previste per questa tipologia di autorizzazione l’attività svolta nello stabilimento deve corrispondere all’attività descritta nello specifico allegato tecnico, che definisce nel dettaglio la tipologia di attività, le operazioni effettuate, la tipologia e la quantità di materie prime utilizzate, ecc.

Entrambe le tipologie di autorizzazione alle emissioni in atmosfera (ordinaria o di carattere generale” possono essere sostituite dall’Autorizzazione Unica Ambientale (AUA).

 

Il personale di Quadra S.r.l. fornisce assistenza e supporto tecnico alle aziende per:

  • redazione delle domande di autorizzazione alle emissioni in atmosfera nel rispetto della normativa applicabile (autorizzazioni di carattere generale, ordinarie o AUA);
  • supporto e affiancamento in tutte le fasi dell’iter amministrativo, dalla presentazione della domanda alla partecipazione alla conferenza di servizi con la pubblica amministrazione (provincia, comune, ARPA, ecc.);
  • assistenza per il rispetto delle prescrizioni previste dall’autorizzazione e per l’adeguamento tecnico;
  • monitoraggio analitico delle emissioni;
  • verifica di conformità legislativa e assistenza all’adeguamento circa le ulteriori disposizioni in materia di emissioni in atmosfera, ad esempio;
    • Reg. 517/2014/CE e DPR 43/2012 – verifiche periodiche e dichiarazione annuale delle apparecchiature che contengono gas fluorurati ad effetto serra (FGas)
    • Reg. 1005/2009/CE – verifiche periodiche delle apparecchiature che contengono gas clorurati pericolosi per l’ozono
    • Autorizzazione alle emissioni in atmosfera per impianti di combustione alimentati a metano o a GPL di potenza termica nominale superiore a 3 MW
    • DPR 74/2013 – esercizio, conduzione, controllo, manutenzione e ispezione degli impianti termici per la climatizzazione invernale ed estiva (es. centrali termiche e climatizzatori)

Hai un dubbio, un problema o una domanda?

Parlane con noi e ci impegneremo per darti una risposta utile e puntuale.